Disturbi alimentari- una guida per i genitori- studio di psicologia -Montegrappa-Reggio Emilia

Disturbi alimentari: una guida per i genitori

Molti genitori al giorno d'oggi si preoccupano per i disturbi alimentari guardiamo insieme cosa si può fare.

Alle parole 'disturbo alimentare' si è data una tale attenzione negli ultimi anni che non è inusuale che i genitori si domandino se c'è qualcosa di sbagliato quando notano un cambiamento nel comportamento o modello alimentare del figlio.

Gli adolescenti spesso mangiano in maniera diversa dal resto della famiglia o cambiano le abitudini alimentari che avevano nella fanciullezza e questo può far parte solamente di questo periodo della loro vita e null'altro. In alcuni casi, però, può essere un segnale di qualcosa di più serio. Possedere delle informazioni sui disturbi alimentari dà maggiori probabilità di aiutare i propri figli, se ne hanno bisogno, o di non preoccuparsi, se non è necessario.

Quali sono i disturbi alimentari? E quali sono i segnali di allarme?

Per un approfondimento sulle caratteristiche e sintomi di Anoressia nervosa e Bulimia nervosa vai alla pagina disturbi alimentari.

Cosa possono fare i genitori?

E' importante capire che sia l'anoressia sia la bulimia sono dei problemi gravi e necessitano di cure specializzate e specifiche.

Nel caso in cui ci si accorge, in quanto genitori, che il proprio figlio/a ha alcuni dei comportamenti sopra menzionati, potrebbe essere utile seguire questi consigli:

   > parlare con dolcezza a un figlio che mostra difficoltà nelle attività che coinvolgono il cibo (p.e. evitare di mangiare con altre persone). Utilizzare domande aperte come: "Come ti senti ad andare a scuola?" oppure: "Ti piace andare a scuola?"

   > trovare il momento migliore per chiedere al ragazzo/a come sta andando e cosa sta accadendo nella sua vita

   > cercare di non focalizzarsi troppo su cibo e peso. Ricordarsi che il cibo non è la questione principale. Infatti, il comportamento alimentare del ragazzo/a è diretto da come si sentono con se stessi

   > essere pazienti . . . può essere difficile con i figli che non capiscono da soli il problema

   > lodare e incoraggiare per i piccoli risultati come per i grandi

   > la cosa migliore da fare è cercare consiglio da coloro che comprendono e curano questo disturbo

   > fare ciò che si può per aumentare l'autostima del ragazzo/a

   > osservare e apprezzarne le qualità non focalizzarsi soltanto sul comportamento alimentare

   > cercare supporto per se stessi così come per il proprio figlio/a

   > se non collabora, cercare ugualmente consiglio e supporto per se stessi

Ricorda

   > I cambiamenti del comportamento alimentare possono essere determinati da un gran numero di malattie, perciò è consigliabile un controllo medico preventivo.

   > Una delle più importanti cose da fare è rispondere ai primi segni di allarme e fornire un trattamento precoce.

   > Esiste un aiuto specialistico intorno a te. L'aiuto punta al recupero e a non accusare nessuno.

   > Ricorda che puoi cercare consigli se tuo figlio non è pronto a parlarne con qualcuno.

   > Cerca di non farti prendere dal panico - se si riceve una buona assistenza, la percentuale di recupero è alta.

   > Il recupero necessita di molto impegno, motivazione e di un duro lavoro.

   > Sii paziente . . . il cambiamento non avviene velocemente.

   > Un disturbo alimentare è un problema serio che può portare alla morte se non trattato.

Risorse

   > il tuo medico di base

   > il centro di salute mentale o il "Centro per i disturbi del comportamento alimentare"

 

richiedi un incontro

Ti aiuteremo a stare meglio. Scrivici per avere un appuntamento o per chiedere delle informazioni

I campi con * sono richiesti

Summary
Disturbi alimentari: una guida per i genitori
Article Name
Disturbi alimentari: una guida per i genitori
Description
Studio Psicologia Monte Grappa a Reggio Emilia. Anoressia e Bulimia: una guida dedicata ai genitori per riconoscere i sintomi e chiedere un aiuto specifico
Author
Publisher Name
Studio Psicologia Monte Grappa
Publisher Logo